La nutrizione secondo l’ayurveda

L1160005L’alimentazione prevede alcune linee guida da seguire utili per la preparazione e il giusto consumo dei cibi.

1.gli alimenti devono essere freschi,preparati prima di ogni pasto, devo essere caldi e cotti.

2.i cibi devono essere compatibili con la propria costituzione corporea (vedi articolo sulla prakriti).

3.i cibi devono essere di prima qualità.

4.il pasto principale deve essere consumato intorno alle 12.00.

5.non bisognerebbe ingerire un alimento fino a quando l’altro non è stato completamente digerito.

6. evitare le combinazioni alimentari incompatibili (esempio: il latte va consumato da solo o al massimo con i cereali; il latte non va consumato in particolar modo insieme a banane,pesce e agrumi; le uova non vanno mangiate con formaggio o con patate; il miele non va cotto ( se prepariamo del the o una tisana aspettare che queste siano tiepide prima di versare all’interno del miele).

7. non mischiare cibi caldi con i cibi freddi

8.evitare cibi pesanti,freddi e secchi

9. bibite e acqua ghiacciata non sono raccomandati

10. quando si mangia la postura deve essere comoda, confortevole e tranquilla

11. non mangiare quando si è emotivamente turbati o quando non si ha il tempo necessario (ad esempio non mangiare mentre si cammina non prestando la giusta attenzione al cibo)

12. dopo mangiato fare una passeggiata

13. non mangiare due ore prima di coricarsi

14. non sono raccomandate grosse quantità di yogurt,di gelato, di formaggio,di carne. Qualora avvenga è necessario unire le spezie per poter digerire meglio.

 

Questi concetti potrebbero sembrare ovvi eppure se si pensa ai momenti in cui mangiamo è probabile che ritroviamo almeno una di queste cose descritte nell’elenco

Per l’ayurveda il cibo è medicina e ciò che si mangia è di vitale importanza.

 

Perchè per esempio il cibo deve essere “caldo”?

Lo scopo della nutrizione ayurvedica è migliorare la digestione. Nell’ayurveda i cibi considerati riscaldanti come qualità,siano essi caldi o freddi come temperatura, solitamente stimolano la digestione e cucinare il cibo spesso accresce la sua digeribilità;esempi ovvi di questo sono i legumi ed i cereali.

E’ assai improbabile che un fagiolo crudo o un chicco di riso asciutto vengano ricevuti bene da un organismo robusto, per non parlare di uno malato.

La cottura tende ad ammorbidire e ad alleggerire molti cibi, qualità queste altamente considerate dall’ Ayurveda perchè favoriscono e facilitano la digestione. La cottura è una valida prevenzione per la crescita dei batteri e per la scelta dei cibi, aspetto probabilmente ancora più importante nel 700 a.C. o nel 2.000 a.C. e ancora oggi in molte parti del mondo.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Ilaria Palmas

+39 3471380936
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: